Todo cambia. Figli di desaparecidos e fine dell’impunità in Argentina, Cile e Uruguay

Gennaro Carotenuto
Mondadori Education
2017
256 p
9788800746106
Storia del 20. Secolo dal 1900 al 2000,Storia delle Americhe,Storia: specifici eventi e argomenti,Strutture politiche: totalitarismo e dittatura

14,00

Confronta

Descrizione

Cosa hanno in comune Sofia Prats, figlia di un alto ufficiale dell’Esercito cileno, e Jessica Tapia, figlia di un minatore comunista? Entrambi i loro padri furono assassinati da Augusto Pinochet e dal Terrorismo di Stato delle dittature latinoamericane. Attraverso la storia orale, la metodologia che aiuta a capire come le persone comuni abbiano affrontato i grandi passaggi delle loro epoche, leggiamo le testimonianze originali, a volte drammatiche, a volte serene, su come i figli dei desaparecidos in Argentina, Cile e Uruguay abbiano preso in mano le loro vite. La storiografia serve così a sciogliere stereotipi consolidati sul Continente. “Todo cambia”, come canta Mercedes Sosa. Decenni di lotte per la verità e la giustizia fanno sì che oggi molti dei torturatori e assassini che negli anni Settanta aprirono le vene dell’America latina, dopo processi esemplari, qui studiati attraverso fonti giudiziarie inedite, stiano pagando per i loro crimini suturando le ferite di una società intera.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Todo cambia. Figli di desaparecidos e fine dell’impunità in Argentina, Cile e Uruguay”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *