La street art è illegale? Il diritto dell’arte di strada

Roberto Colantonio
Iemme Edizioni
9788899928186
Diritto della proprietà intellettuale,Graffiti e arte di strada

9,90

Confronta

Descrizione

L’accusa più antica mossa alla street art è di sporcare, vandalizzare, di non essere, in definitiva, vera arte. Ma è ancora così? La street art cresce di anno in anno in visibilità, impatto sociale e valore economico. Il recente processo di musealizzazione ha portato a interrogarsi sui caratteri distintivi e, a ritroso, sull’anima di questa nuova forma di comunicazione, trasversale e virale come poche. Elemento contro e fattore aggregante, a ogni turning point si torna al peccato originario della street art. Non si può eludere la domanda: è un’arte illegale? Questo libro per la prima volta in Italia affronta in presa diretta le tematiche dell’arte di strada nelle sue implicazioni legali: il suo rapporto con il diritto d’autore, i reati di street art, lo scontro con la proprietà privata, il compenso dello street artist. È tempo di bilanci per la street art, espressione autoriale sempre più giuridicamente rilevante.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La street art è illegale? Il diritto dell’arte di strada”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *