Il reale immaginario

Marco Matarrese
Autopubblicato
9791220035040
NARRATIVA MODERNA E CONTEMPORANEA (DOPO IL 1945)

15,00

Confronta

Descrizione

Una domenica Francesco, giovane scrittore, dormiva in salotto e sognava di volare su un cavallo bianco alato; grazie a lui si sentiva onnipotente perché poteva sfidare tutte le leggi della fisica. Silvia, sua moglie, risvegliatasi dal letargo in cui era caduta, incurante del marito, si diresse in cucina, presa da un’arsura improvvisa che di tanto in tanto la faceva tossire. Francesco, disturbato dai rumori, si ridestò e accennò un saluto cordiale e allegro, che lei non ricambiò, assorta nelle sue fastidiose sensazioni e chissà in quali pensieri. Era l’8 maggio, una data importante, ma appariva come un giorno uguale a tutti gli altri. Per Francesco, la moglie non era ancora nei suoi pensieri, a parte il doveroso saluto di rito. Dopo poco squillò il telefono e Francesco comprese la sua dimenticanza. I due litigarono e quando gli animi si acquietarono, decisero di cenare assieme nel loro ristorante preferito. Lì conobbero una giovane coppia, lui belga, lei italiana.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il reale immaginario”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *